Il destino delle finaliste di Slam juniores

di Chapel Heel // HiddenGameOfTennis

Pubblicato il 5 luglio 2019 – Traduzione di Edoardo Salvati

Tempo fa, ho scritto della probabilità che un vincitore di Slam juniores raggiunga determinati traguardi da professionista e di quanto tempo possa essergli richiesto. Ho poi fatto la stessa analisi per le vincitrici di Slam juniores e per i finalisti. Quest’ultima puntata è dedicata alle finaliste di Slam juniores.

Come per i ragazzi, ho esaminato tutte le finaliste di Slam juniores dal 1990 e seguito il loro sviluppo nel raggiungimento degli stessi traguardi da professionisti delle vincitrici. Le giocatrici di questa particolare categoria però (e anche le vincitrici a ben vedere), evidenziano caratteristiche inusuali nei primi anni ’90. Ad esempio, alcune erano già tra le prime 200 (a volte anche tra le prime 125) al momento della finale juniores. Una aveva già vinto un torneo sul circuito maggiore. Ho tenuto quelle il cui percorso di crescita si è rivelato istruttivo, eliminando altre del periodo 1990-1992 perché avrebbero alterato eccessivamente i risultati. Sono in totale 10 giocatrici su 244.

Sorelle minori?

Se avete letto l’articolo sui finalisti, sapete già che in carriera ottengono all’incirca la metà del successo dei vincitori di Slam juniores. Vale lo stesso per le finaliste?

La tabella mostra l’età media della finalista di Slam juniores per i quattro tornei, il numero di tornei di singolare vinti sul circuito maggiore, i Premier vinti, gli Slam vinti (al momento) e la mediana dei guadagni in carriera (compreso il doppio, i Challengers, etc), con valori che tengono conto dell’inflazione alla maniera delle altre analisi.

Riprendiamo la stessa tabella per le vincitrici di Slam juniores.

La crescita delle vincitrici di Slam juniores_1 - settesei.it

Come gruppo, le finaliste non fanno bene quanto le vincitrici, ma non se la passano male. Non è certamente un divario così ampio come quello che separa finalisti e vincitori. È interessante notare inoltre che le finaliste, complessivamente, hanno medie e mediane da professioniste migliori dei vincitori di Slam juniores (1.595.380 dollari contro 1.176.503 dollari). Non sono proprio le sorelle minori.

Risalire la classifica

Nel confronto (a eccezione di un paio di categorie in cui il campione si riduce considerevolmente), i vincitori di Slam juniores raggiungono traguardi come primi 200, primi 100, primi 50, primi 20 e primi 5 più spesso dei finalisti. Inoltre è cinque volte più probabile per i vincitori arrivare al numero 1, due volte più probabile vincere un torneo del circuito maggiore e tre volte più probabile vincere uno Slam (anche se, va detto, il campione per il numero 1 e gli Slam è molto ridotto).

In linea con quanto visto, ci sono differenze tra vincitrici e finaliste relativamente a questi traguardi, ma non sono accentuate. Per le vincitrici è un terzo più probabile arrivare al numero 1 o vincere un torneo del circuito maggiore, e solo il 10% più probabile vincere uno Slam.

Durata della crescita

Supponendo che una finalista raggiunga uno di questi traguardi, quanto velocemente ci riesce? Come in precedenza, ho misurato il tempo trascorso in mesi (arrotondato) tra la data della finale di uno Slam juniores per una giocatrice e la data del traguardo raggiunto. Invece di tenerne separati i valori, il grafico dell’immagine 1 mostra le curve complessive di finaliste e vincitrici per ciascun torneo, con il numero di mesi sull’asse delle ordinate.

IMMAGINE 1 – Durata della crescita (in mesi) in aggregato

È un po’ strano che le giocatrici che riescono a entrare nelle prime 10 ci arrivano più velocemente, in media, di quelle che entrano tra le prime 20 (che include anche le prime 10). Principalmente, è dovuto a un paio di eccezioni come Magdalena Rybarikova (finalista a Wimbledon juniores 2006), che ha impiegato 136 mesi, e Barbora Strycova (finalista agli US Open juniores 2002 e vincitrice degli Australian Open juniores 2002 e 2003), che ha impiegato 140 mesi. La crescita delle giocatrici è generalmente più breve di quella dei giocatori, tranne che per il numero 1 che richiede più tempo.

Finestre di crescita

Come per le altre analisi, ho creato un grafico a scatola per le finestre di crescita, aggregando tutti i tornei e tutte le finaliste di Slam juniores. Otteniamo un campione molto rappresentativo delle giocatrici juniores di vertice. La crescita è calcolata dalla prima data di raggiungimento di una finale Slam, a prescindere dall’esito. L’asse delle ordinate riporta il numero di mesi. Le porzioni superiore e inferiore delle linee che si estendono in verticale rappresentano rispettivamente il valore massimo e minimo, escludendo gli estremi. La linea in mezzo alla scatola è la mediana, mentre la “x” interna alla scatola è la media che in questo caso, ironicamente, non ha di fatto alcun valore. Il colore verde esprime il terzo quartile e il blu il secondo quartile. Visto che è preferibile una crescita più rapida, le scatole blu sono migliori delle verdi. I cerchi dal contorno blu indicano i valori estremi.

IMMAGINE 2 – Finestre di crescita

Chi tiene il tempo?

Originariamente, ho creato un grafico per le vincitrici di Slam juniores con le finestre di crescita per vedere chi tra le recenti vincitrici è ancora in corsa per raggiungere determinati traguardi da professionista. Ho poi messo insieme i risultati di recenti vincitrici e finaliste di Slam juniores, così da osservare da vicino la loro progressione rispetto allo storico. Nel caso una giocatrice avesse più di un’apparizione, la tabella ricomprende solo la prima. Per questo possono esserci delle assenze nella seconda colonna.

Utilizzo uno sfondo blu e una “+” se si è sotto la mediana — cioè la giocatrice ha ancora molto tempo — e uno verde con “-“ se si è nel terzo quartile, cioè se il tempo a disposizione è sempre meno ma non ancora in modo irrecuperabile. Lo sfondo è rosso con una “x” grigia se la giocatrice ha mancato il terzo quartile, a indicazione che potrebbe essere arrivato al termine del suo cammino.

Riepilogando, se c’è solo il numero nella cella, la giocatrice è in posizione ottimale. I numeri bianchi su sfondo rosso indicano un passaggio intermedio di crescita più lenta del normale. Le celle blu vanno bene, le verdi non sono granché e quelle rosse senza numeri vanno male.

Seguono altri grafici relativi alle finestre di crescita e al raggiungimento dei traguardi.

IMMAGINE 3 – Tabella riepilogativa della crescita delle finaliste e vincitrici di Slam juniores con codifica tramite colori

Durata della crescita (grafico a violino)

Questi grafici a violino sono una versione più sofisticata del grafico a scatola, con “candele” nel mezzo che mostrano dati interquartili (Q2 e Q3). Si tratta delle finestre di crescita che servono per stabilire la colorazione nel grafico dell’immagine 3. I grafici a violino includono anche diventare la numero 1 del mondo e vincere il primo Slam, ma è per entrambi un campione troppo minuto per farvi affidamento e quindi non compare nella tabella specifica per giocatrice.

Probabilità del raggiungimento di traguardi per torneo (mappa di calore)

Questa mappa di calore evidenzia la probabilità di raggiungimento di determinati traguardi, in funzione del singolo Slam.

Aggiornamento dopo gli US Open juniores 2019

A conclusione degli US Open juniores, con la vittoria di Maria Camila Osorio Serrano contro Alexandra Yepifanova, i principali sviluppi (che si riflettono nel grafico dell’immagine 3) sono:

  • Sofia Kenin ha raggiunto le prime 20 comodamente all’interno della normale finestra di sviluppo
  • Iga Swiatek è entrata tra le prime 50 secondo i tempi previsti
  • la giovanissima coppia di doppio Coco Gauff e Caty McNally ha centrato le prime 125 in tempo
  • Marie Bouzkova e Paula Badosa sono entrate tra le prime 100, ma in ritardo
  • Anna Kalinskaya è entrata tra le prime 125, ma in ritardo
  • si è chiusa la normale finestra di crescita per l’ingresso nelle prime 5 per Belinda Bencic, ma è probabilmente una conclusione affrettata, perché le mancavano solo un paio di partite
  • si è chiusa la normale finestra di crescita per l’ingresso nelle prime 20 per Katerina Siniakova (aveva già perso la finestra delle prime 10 e prime 5 dopo Wimbledon)

Il prossimo aggiornamento sarà a fine stagione. Molto probabilmente Dayana Yastremska e Amanda Anisimova saranno entrate tra le prime 20, Anastasia Potapova e Marie Bouzkova tra le prime 50.

Girls Grand Slam Runners Up