Il più grande archivio italiano di analisi statistiche sul tennis professionistico. Parte di Tennis Abstract

Il più grande archivio italiano di analisi statistiche sul tennis professionistico. Parte di Tennis Abstract

Gli scontri diretti più sorprendenti dell’era Open

ULTIMI ARTICOLI

È tornata la discesa a rete?

Pubblicato il 2 ottobre 2020 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Se guardando il Roland Garros 2020...

Venti non vuol dire sempre venti

Pubblicato il 12 ottobre 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // C’è sempre più traffico in cima...

La fortuna del sorteggio: Roland Garros 2020 (donne)

Pubblicato il 25 settembre 2020 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Come per gli uomini, anche per...

La fortuna del sorteggio: Roland Garros 2020 (uomini)

Pubblicato il 25 settembre 2020 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Da diversi anni ormai eseguo simulazioni...

Cosa succede al ritmo di gioco con le nuove regole imposte dalla pandemia

Pubblicato il 31 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // La pandemia COVID-19 ha imposto agli...

Che valore assegnamo ai tornei Masters o Premier vinti nella bolla?

Pubblicato il 30 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Il tennis è ripartito, ma molti...

Mettere un asterisco accanto agli US Open è prematuro, e forse del tutto sbagliato

Pubblicato il 19 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Ci saranno diverse assenze di alto...

Il circuito femminile post COVID-19 sta rientrando alla normalità

Pubblicato il 17 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Negli ultimi due tornei femminili, abbiamo...

Il sospetto che Venus e Serena debbano giocare contro troppo spesso è fondato?

Pubblicato il 12 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Nel torneo di Lexington di questi...

Effetti della pandemia nel torneo di Palermo?

Pubblicato il 10 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // È più difficile fare previsioni sullo...

ULTIMI ARTICOLI

Pubblicato il 6 maggio 2018 su StatsOnTheT – Traduzione di Edoardo Salvati

// Perché si ha la sensazione che alcuni giocatori facciano costantemente fatica contro determinati avversari? Ed esiste un modo per misurare gli scontri diretti più sorprendenti di sempre?

Recentemente, il diciannovenne fenomeno greco Stefanos Tsitsipas ha vinto – nell’arco di tre sole settimane – nove partite su undici sulla terra battuta, sconfitto quattro dei primi 30 e affrontato Rafael Nadal nella sua prima finale di un torneo ATP 500.

Di certo tutto questo non è passato inosservato e, tra chi si chiede che traguardi possa raggiungere questa giovane promessa, è già stato paragonato a diversi grandi giocatori, tra cui il tre volte vincitore del Roland Garros Gustavo Kuerten.

Sono accostamenti che pronosticano un futuro luminoso per Tsitsipas, e possono fornire indicazioni sul tipo di avversario in possesso delle caratteristiche per diventare un arci-rivale in carriera.

Gli accoppiamenti sfavorevoli

L’arci-rivale non è solo un avversario duro da battere, ma un giocatore la cui tattica di gioco è particolarmente ostica e che sembra avere una riserva di kriptonite all’apparenza inesauribile.

Nel tennis, le arci-rivalità sono a volte definite come “accoppiamenti sfavorevoli”, nel senso che quella specifica combinazione di stili che si scontrano può determinare una posizione di svantaggio per il giocatore più forte.

Si pensi al rovescio a una mano di Roger Federer che deve fronteggiare l’effetto sulla pallina generato da Nadal, o ai colpi poco ortodossi di Kuerten contro quelli più carichi di potenza di Andre Agassi.

Ci sono state molte rivalità, solo alcune però hanno avuto quella contrapposizione di stili che associamo alle arci-rivalità. Come possiamo distinguerle?

Esiti sorprendenti

Il punto di partenza è vedere quanto sorprendente sia stato ogni risultato degli scontri diretti, dove per sorprendente s’intende un esito finale opposto a quanto suggerirebbe la bravura complessiva di un giocatore, misurata dalla classifica ufficiale o dal sistema Elo.

Più i risultati lasciano perplessi, maggiore è la probabilità di trovarsi di fronte a una contrapposizione di stili.

Utilizzando valutazioni Elo storiche per misurare quanto inattesi siano stati i risultati, l’immagine 1 mostra i dieci scontri diretti più sorprendenti dall’inizio dell’era Open (nella versione originale è possibile visualizzare i singoli valori puntando il mouse sul grafico, n.d.t.).

Tutte le arci-rivalità comprendono alcuni dei nomi più importanti dello sport. E due sono notoriamente considerati uno confronto di stili diversi, cioè quelli di Ivan Lendl contro Boris Becker e di David Nalbandian contro Federer.

Lendl vs Becker e Federer vs Nalbandian

Dei venti scontri diretti tra Lendl e Becker, molti sono avvenuti nel periodo in cui Lendl era al massimo della forma. Nonostante questo, la carica propulsiva di Becker ha trovato modo di mantenere il bilancio quasi in pareggio.

È andata all’incirca allo stesso modo tra Federer e Nalbandian, con quest’ultimo ancor più senza i favori del pronostico nelle diciannove volte in cui hanno giocato contro: Nalbandian è riuscito a vincerne otto.

IMMAGINE 1 – I dieci scontri diretti più sorprendenti dall’inizio dell’era Open

Kafelnikov vs Hrbaty e vs Johansson

La rivalità più sorprendente in assoluto è anche quella di cui si parla di meno: Yevgeny Kafelnikov contro Dominik Hrbaty. Pur essendo il giocatore con la classifica più alta in tutti e tredici le partite, Kafelnikov ne ha vinte solo quattro. Ha avuto simili difficoltà anche contro Thomas Johansson, perdendo ben nove volte su quattordici partite.

Nell’elenco troviamo altri numeri 1 come Jimmy Connors e Pete Sampras. La loro presenza suggerisce che anche i migliori possono rimanere imbrigliati da avversari scomodi che creano molti più grattacapi di quanto la classifica non prevederebbe.

Che Kafelnikov sia in due degli scontri diretti dell’elenco è curioso. Recentemente, la sua carriera è ritornata alla cronaca per il presunto coinvolgimento in partite truccate sollevato dall’Interim Report dell’Indipendent Review.

Se da un lato l’inchiesta evidenzia la possibilità che alcuni giocatori abbiano un rendimento volutamente scadente contro giocatori di livello inferiore, dall’altro indica che questo tipo di comportamento è estremamente improbabile tra i giocatori di vertice. ◼︎

Sizing Up Surprising Head-to-Heads

DELLO STESSO AUTORE

Un semplice classificatore di stili di gioco alla prova

Pubblicato il 17 aprile 2019 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Qualsiasi indicatore di stile di gioco ha...

Le sospensioni di una partita incidono sull’esito finale?

Pubblicato l’8 giugno 2018 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // La pioggia intermittente e la scarsa visibilità della...

Quanto è agevole il ritorno di Sharapova al vertice?

Pubblicato il 14 aprile 2017 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati Il ritorno di Maria Sharapova al tennis professionistico...

Le serie conseguenze che subiscono i giocatori più forti di fronte a troppo tennis

Pubblicato il 19 gennaio 2018 su TheConversation - Traduzione di Edoardo Salvati // In molti guardavano agli Australian Open...

Pronostici femminili per la vittoria a Indian Wells

Pubblicato il 6 marzo 2019 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // È uscito il tabellone del singolare femminile...

Ridimensionando la stagione di Federer

Pubblicato il 23 novembre 2017 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // La “rinascita” di Roger Federer è stata...

Le previsioni Elo migliorano includendo Future e Challenger?

Pubblicato il 25 febbraio 2017 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Considerata la stratificazione di tornei...

La freschezza è un fattore al Roland Garros?

Pubblicato il 4 giugno 2018 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Raggiungendo i quarti di finale al Roland...

L’invecchiamento nel circuito maschile non sembra arrestarsi

Pubblicato il 5 settembre 2015 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // L’età media dei giocatori che hanno raggiunto...

Djokovic torna numero 1, ma non ha smesso di salire

Pubblicato il 2 novembre 2018 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Non si è quasi parlato di altro...