Il più grande archivio italiano di analisi statistiche sul tennis professionistico. Parte di Tennis Abstract

Il più grande archivio italiano di analisi statistiche sul tennis professionistico. Parte di Tennis Abstract

Lasciar giocare sui nastri è privo di senso

ULTIMI ARTICOLI

Prevedere l’esito dei prossimi cinque anni di Slam con la sfera di cristallo

Pubblicato il 16 ottobre 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // L’anno scorso, ho creato un modello...

È tornata la discesa a rete?

Pubblicato il 2 ottobre 2020 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Se guardando il Roland Garros 2020...

Venti non vuol dire sempre venti

Pubblicato il 12 ottobre 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // C’è sempre più traffico in cima...

La fortuna del sorteggio: Roland Garros 2020 (donne)

Pubblicato il 25 settembre 2020 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Come per gli uomini, anche per...

La fortuna del sorteggio: Roland Garros 2020 (uomini)

Pubblicato il 25 settembre 2020 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Da diversi anni ormai eseguo simulazioni...

Cosa succede al ritmo di gioco con le nuove regole imposte dalla pandemia

Pubblicato il 31 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // La pandemia COVID-19 ha imposto agli...

Che valore assegnamo ai tornei Masters o Premier vinti nella bolla?

Pubblicato il 30 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Il tennis è ripartito, ma molti...

Mettere un asterisco accanto agli US Open è prematuro, e forse del tutto sbagliato

Pubblicato il 19 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Ci saranno diverse assenze di alto...

Il circuito femminile post COVID-19 sta rientrando alla normalità

Pubblicato il 17 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Negli ultimi due tornei femminili, abbiamo...

Il sospetto che Venus e Serena debbano giocare contro troppo spesso è fondato?

Pubblicato il 12 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Nel torneo di Lexington di questi...

ULTIMI ARTICOLI

Pubblicato il 21 ottobre 2016 su TennisAbstract – Traduzione di Edoardo Salvati

// Ci sono persone che preferirebbero partite di tennis più corte. Tra le tante proposte che tornano periodicamente, la regola che prevede di non ripetere il servizio se la pallina colpisce il nastro è stata adottata in alcune circostanze. In questo caso, i servizi sono considerati alla pari di qualsiasi altro colpo: se il servizio tocca il nastro e la pallina atterra nel rettangolo del servizio, lo scambio prosegue.  

La regola di lasciar giocare sul nastro è stata adottata nel World Team Tennis e nelle competizioni universitarie americane. In quest’ultimo caso, l’esigenza è quella di assicurare imparzialità di gioco in assenza del giudice di sedia. Nel 2013, l’ATP ha introdotto la modifica nel circuito Challenger per i primi 3 mesi dell’anno. 

Sul circuito professionistico, con un arbitro in ogni campo e sensori appoggiati alla rete, l’imparzialità (o evitare di imbrogliare) non è in discussione. Il motivo per cui se ne parla è che i nastri sul servizio rubano tempo e, come recita il detto, il tempo è denaro.

Quanto tempo?

Attraverso il Match Charting Project è stato possibile tenere evidenza dei nastri in molte delle più di 2500 partite per cui sono disponibili dati completi punto per punto. Abbiamo quindi informazioni concrete sulla frequenza dei nastri sul servizio. Per questa analisi ho limitato il campione alle più di 2000 partite disponibili dal 2010.

Su 151 punti di media per una partita degli uomini, ci sono stati 6 nastri sulla prima di servizio e meno di uno (0.875) sulla seconda. Per le donne il risultato è simile: su 139 punti di media, ci sono stati 4.5 nastri sulla prima di servizio e 0.8 sulla seconda.

Proviamo a stimare il tempo aggiuntivo richiesto da tutti quei nastri. Dopo il nastro sulla prima, molti giocatori ripetono la routine pre-servizio, prendendosi, diciamo, altri 20 secondi. Quando il nastro è sulla seconda, la procedura è più rapida, diciamo 10 secondi.

In media, per una partita degli uomini questo vuol dire altri 128 secondi, cioè poco più di due minuti. Per le donne, sono altri 99 secondi a partita. In entrambi i casi, il tempo rubato dai nastri sul servizio è meno di un secondo a punto. Qualsiasi altra regola per velocizzare il gioco sarebbe senza dubbio più efficace di questa.

Anche nelle situazioni limite, è difficile pensare che i nastri sul servizio sottraggano così tanto tempo. Di tutte le partite del campione, nessuna ha superato i 24 nastri sul servizio, ed è capitato alle Olimpiadi di Londra 2012 per la semifinale maratona tra Roger Federer e Juan Martin Del Potro. Utilizzando le precedenti stime, i 20 nastri sulla prima di servizio e i 4 sulla seconda hanno totalizzato poco più di 7 minuti in una partita che è durata 4 ore e 26 minuti.

Solo una delle 1000 partite delle donne presenti nel campione ha avuto più di 17 nastri sul servizio o più di 5 minuti extra per i nastri, la vittoria a sorpresa in tre set di Petra Cetkovska su Angelique Kerber agli Internazionali d’Italia 2014. In quella partita ci sono stati 22 nastri sul servizio, per un totale appena inferiore a 7 minuti addizionali.

Lasciar giocare sui nastri non mina le basi del tennis come lo conosciamo, ma non accorcia significativamente le partite. L’introduzione della regola del nastro sarebbe solo uno di quei cambiamenti che infastidiscono giocatori e appassionati, senza benefici degni di nota. ◼︎

The Pointlessness of Playing the Lets

DELLO STESSO AUTORE

Il sospetto che Venus e Serena debbano giocare contro troppo spesso è fondato?

Pubblicato il 12 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Nel torneo di Lexington di questi...

Gli effetti di una partita maratona al terzo set

Pubblicato il 30 maggio 2017 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Ci sono già state due partite del...

Il futuro di Bianca Andreescu nelle dinamiche d’invecchiamento del tennis femminile

Pubblicato il 30 marzo 2019 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Al momento, Bianca Andreescu è davvero forte....

Fare previsioni sul migliore di sempre con l’aiuto di una scimmia

Pubblicato il 3 agosto 2019 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Dopo la vittoria di Novak Djokovic a...

Un po’ di ironia con il rapporto nei punti al servizio

Pubblicato il 14 settembre 2017 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Nella vittoria a senso unico della finale...

Sotto pressione, Nick Kyrgios è davvero un giocatore diverso

Pubblicato l’8 marzo 2019 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // In un precedente articolo, abbiamo analizzato la possibile...

Una proposta per regolamentare il rientro da una squalifica

Pubblicato il 22 marzo 2017 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Dopo aver scontato la squalifica per doping...

Alla ricerca dello smash migliore – Parte 2 (WTA)

Pubblicato il 28 novembre 2017 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // La Parte 1 di quest'analisi (per il...

Jelena Ostapenko promette di diventare più della prossima Iva Majoli?

Pubblicato il 14 giugno 2017 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Vincere un torneo dello Slam da giovanissima...

Verso una statistica granulare nel tennis

Pubblicato il 19 agosto 2013 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Durante una recente conferenza stampa...