Il più grande archivio italiano di analisi statistiche sul tennis professionistico. Parte di Tennis Abstract

Il più grande archivio italiano di analisi statistiche sul tennis professionistico. Parte di Tennis Abstract

Nadal nelle retrovie

ULTIMI ARTICOLI

È tornata la discesa a rete?

Pubblicato il 2 ottobre 2020 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Se guardando il Roland Garros 2020...

Venti non vuol dire sempre venti

Pubblicato il 12 ottobre 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // C’è sempre più traffico in cima...

La fortuna del sorteggio: Roland Garros 2020 (donne)

Pubblicato il 25 settembre 2020 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Come per gli uomini, anche per...

La fortuna del sorteggio: Roland Garros 2020 (uomini)

Pubblicato il 25 settembre 2020 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Da diversi anni ormai eseguo simulazioni...

Cosa succede al ritmo di gioco con le nuove regole imposte dalla pandemia

Pubblicato il 31 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // La pandemia COVID-19 ha imposto agli...

Che valore assegnamo ai tornei Masters o Premier vinti nella bolla?

Pubblicato il 30 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Il tennis è ripartito, ma molti...

Mettere un asterisco accanto agli US Open è prematuro, e forse del tutto sbagliato

Pubblicato il 19 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Ci saranno diverse assenze di alto...

Il circuito femminile post COVID-19 sta rientrando alla normalità

Pubblicato il 17 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Negli ultimi due tornei femminili, abbiamo...

Il sospetto che Venus e Serena debbano giocare contro troppo spesso è fondato?

Pubblicato il 12 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Nel torneo di Lexington di questi...

Effetti della pandemia nel torneo di Palermo?

Pubblicato il 10 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // È più difficile fare previsioni sullo...

ULTIMI ARTICOLI

Pubblicato il 10 gennaio 2020 su HiddenGameOfTennis – Traduzione di Edoardo Salvati

// (Con aggiornamento al 12 gennaio che considera le ultime due partite di Nadal all’ATP Cup e corregge alcuni errori nelle statistiche di seconda schermata inizialmente presenti sull’app dell’ATP).

Uno degli aspetti su cui più farò attenzione per la stagione 2020 del circuito maggiore è la posizione dei giocatori alla risposta, in particolare se si sistemeranno ancora più lontano dalla linea di fondo di quanto tipicamente già accade. A qualsiasi appassionato di tennis è capitato di vedere una partita in cui il giocatore in procinto di rispondere a un servizio nel lato più vicino all’inquadratura non riesce a essere visibile perché troppo attaccato alla fine del campo. E non solo quando a servire ci sono John Isner o Ivo Karlovic.

Durante la telecronaca della partita tra Rafael Nadal e David Goffin all’ATP Cup, ho sentito Jim Courier affermare che Goffin stava traendo vantaggio dalla posizione estremamente arretrata di Nadal alla risposta grazie a un servizio più lento e angolato. È il classico gioco del gatto e del topo: il giocatore al servizio spara cannonate sulla prima di servizio, il giocatore alla risposta retrocede per avere più tempo, il primo inizia a cercare gli angoli fino a che il secondo non reagisce nuovamente con un’altra mossa. Spesso però è solo teoria, perché molti giocatori non calibrano il servizio in funzione della posizione alla risposta dell’avversario, o perché non riescono a percepirlo nella specifica fase della partita, o perché non sono così efficaci nel servire più lentamente e usare gli angoli.

Davvero i giocatori si mettono ancora più indietro?

Sembrerebbe di si. Siamo però in presenza di un comportamento consolidato o si tende a notarlo di più solo quando succede? Le statistiche di seconda schermata dell’ATP danno indicazione della posizione alla risposta per le partite che beneficiano del sistema di moviola istantanea Hawk-Eye.

Sono tre le forme principali in cui viene fornito il dato: (a) una posizione complessiva o combinata, (b) la posizione alla risposta sulla prima di servizio e (c) la posizione alla risposta sulla seconda di servizio. C’è un’ulteriore suddivisione in intervalli temporali, che induce però in confusione. Per la prima e la seconda di servizio, la seconda schermata ha la categoria “Attuale” e quella “Storico”. La prima, Attuale, fa riferimento alla posizione assunta durante la partita in corso. Non si conosce invece il periodo coperto dalla categoria Storico.

Per la posizione complessiva o combinata, ci sono quattro periodi: “Attuale”, “Storico”, “Anno in corso” e “Anno scorso”. Quest’ultimo periodo non è disponibile per alcuni tra i giocatori di bassa classifica, quindi credo che sia relativo a una determinata stagione nel caso un giocatore non abbia statistiche della stagione precedente su campi con Hawk-Eye nel tabellone principale dei tornei ATP. Possiamo inoltre supporre che con Storico non si intenda solo “la stagione passata”.

Ad esempio, Tallon Griekspoor non aveva alcuna statistica della categoria Anno scorso nelle sue due partite con statistiche di seconda schermata nel 2019, pur avendo dati della categoria Storico per una di quelle. Presumibilmente, Storico non è nemmeno “Alla data di oggi”, perché quella casistica dovrebbe rientrare nella categoria Anno in corso. I giocatori che hanno statistiche sia per Anno in corso che Storico non possiedono gli stessi numeri in entrambe, quindi c’è qualcosa di diverso.

Possibili conclusioni provvisorie

È decisamente difficile individuare una tendenza quando la variabile temporale è così vaga. Possiamo comunque provare a trarre alcune conclusioni provvisorie di carattere generico sulla base di quello che abbiamo.

Dal campione di partite del 2019 ho eliminato quelle che non hanno numeri sulla posizione alla risposta per le categorie Anno in corso e Anno scorso. Purtroppo si perde quasi il 25% dell’insieme, ma rimangono comunque quasi 1400 partite-giocatore. In media, la posizione alla risposta per la categoria Anno in corso (2019) è stata di 1.09m dietro la linea di fondo. In media, la posizione alla risposta per la categoria Anno scorso (2018) è stata di 0.85m dietro la linea di fondo.

Serve sottolineare che le statistiche di seconda schermata erano disponibili per molte meno partite del 2018, quindi qualsiasi numero basato su quei dati rischia di essere limitato dalla dimensione del campione e dalla scelta delle partite.

In altre parole, ho utilizzato i numeri della categoria Anno scorso inclusi nelle statistiche di seconda schermata per il 2019 e non le statistiche di seconda schermata effettive del 2018. Questo perché immagino che l’insieme delle statistiche di seconda schermata per il 2018, catalogate come Anno scorso nelle statistiche del 2019, siano migliori dei calcoli che posso fare sulla categoria Anno scorso utilizzando il guazzabuglio di cifre in giro su internet per il 2018.

Dai 10 ai 20 cm più indietro

Ho adottato la stessa metodologia con le partite-giocatore in possesso di numeri sulla posizione alla risposta sia per Anno in corso che per Storico. In media, la posizione alla risposta per questo insieme (circa 1600 partite-giocatore) nel 2019 è stata di 1.11m dietro la linea di fondo, mentre in media per la categoria Storico era di 1.01m dietro la linea di fondo.

Ho effettuato un’ulteriore scomposizione per posizione alla risposta sulla prima di servizio e sulla seconda. La media della categoria Attuale sulla prima per queste 1700 partite-giocatore è stata di 1.43m dietro la linea di fondo, e la media Storico sulla prima era di 1.25m. Sempre per queste circa 1700 partite-giocatore (ma non esattamente le stesse che per la prima di servizio) la media della categoria Attuale sulla seconda di servizio era di 1.08m, mentre la media Storico era di 0.90m dalla linea di fondo.

Si può in via provvisoria concludere che, complessivamente, la posizione alla risposta si è allontanata in media dalla linea di fondo di una distanza tra i 10 e i 20 cm. Più difficile dire da quando ha avuto inizio questo spostamento.

Ne fa parte anche Nadal?

Nel 2019, le statistiche di seconda schermata non riportavano dati della categoria Anno scorso per Nadal, forse perché nel 2018 non aveva giocato nessuna partita sul cemento nei tornei con Hawk-Eye e con statistiche di seconda schermata. La posizione combinata di Nadal per la categoria Attuale (2019) è stata di 3.23m dietro la linea di fondo, mentre per la Storico era di 3.15m. Sembra però che questo dipenda interamente dalla posizione sulla seconda di servizio.

Sulla prima, la posizione Attuale è stata di 3.53m contro una posizione Storico di 3.60m, a evidenziare che si è avvicinato, anche se di poco, sulla risposta alla prima di servizio, almeno nelle 27 partite del campione del 2019. Per contro, la posizione sulla seconda per la categoria Attuale è stata di 2.73m, rispetto alla categoria Storico di 2.42, una differenza importante.

Fa sorridere il fatto che, in generale, contro Goffin Nadal non stava nelle retrovie. Alla risposta sulla prima era a 1.53m dalla linea di fondo e, sulla seconda, praticamente sulla linea di fondo a 0.08m. Ma si tratta ovviamente solo di medie per la durata della partita. Quando Courier ha commentato sulla strategia di Goffin, Nadal si trovava a ben più di 1.53m dalla linea di fondo, e Goffin ha poi servito una prima lenta a uscire sul lato delle parità.

A Goffin non serviva riconoscere una tendenza, ma semplicemente osservare la posizione di Nadal per quel preciso punto e momento della partita. Perché Goffin non ha una statura da gigante, ma è molto intelligente. È per questo che penso che, se esiste una tendenza, ci si divertirà a vedere come (e se) i giocatori al servizio costringeranno quelli alla risposta a riavvicinarsi alla linea di fondo. Spero solo che non sia con un servizio sottomano.

Il senso di Nadal per l’indietreggiamento

Nell’analisi dei dati di seconda schermata, ho notato un altro aspetto, cioè l’arretramento della posizione alla risposta di Nadal con l’avanzare della partita. Per ciascuna delle 27 partite nei dati di seconda schermata del 2019, e nelle quattro dell’ATP Cup nel 2020, ho confrontato la posizione media di Nadal alla risposta da un set all’altro, e separatamente per prima e seconda di servizio. In media, risponde alla prima di servizio altri 0.25m indietro nel secondo set rispetto al primo. Per la seconda, l’esito è meno accentuato (e più variabile), appena 0.06m più indietro.

Ci sono solo 3 partite andate al terzo set delle 31 considerate, quindi è complicato trarre conclusioni definitive, ma alla risposta sulla prima di servizio nel terzo set Nadal indietreggia di altri 0.15m rispetto al secondo set, mentre sulla seconda va ancora più lontano dalla linea di fondo, spostandosi di ben 0.38m rispetto al secondo set. È un dettaglio da tenere d’occhio.

Ho costruito due grafici per illustrare il concetto. L’immagine 1 si riferisce alla posizione di Nadal sulla prima di servizio, l’immagine 2 sulla seconda. Concentriamoci per un istante solo sui triangoli. Supponiamo che l’asse delle ascisse sia la linea di fondo di un campo, e che i triangoli siano la posizione media alla risposta di Nadal in una partita.

Una rappresentazione visiva

Ogni partita è sulla linea verticale della griglia del grafico. I triangoli blu sono il primo set, i rossi il secondo e, in caso di terzo set, il triangolo è verde. In quasi tutte le partite il triangolo blu (primo set) si trova più in basso (più vicino alla linea di fondo) del triangolo rosso, anche se ho riscontrato più variazioni alla risposta sulla seconda di servizio. La variazione è rappresentata dalla linea frastagliata del grafico, che registra semplicemente la differenza tra la posizione del primo e del secondo set (ignorando il terzo). Se la linea è al di sopra dell’asse delle ascisse, Nadal si è posizionato più indietro nel secondo set di quanto abbia fatto nel primo, e vice versa.

Da ultimo, la colorazione sullo sfondo indica i diversi tornei, quindi il primo blocco mostra che le prime quattro partite sono di un torneo, il secondo che le successive cinque sono di un altro, e così via. La colorazione blu è per il cemento e quella gialla per la terra battuta. Si nota una differenza significativa, particolarmente alla risposta sulla prima, nella posizione di Nadal sul cemento rispetto a quella sulla terra.

IMMAGINE 1 – Posizione media di Nadal alla risposta sulla prima di servizio

IMMAGINE 2 – Posizione media di Nadal alla risposta sulla seconda di servizio

Non c’è un ordine preciso per i tornei, perché non sono grafici che misurano una tendenza temporale ma, se siete curiosi, da sinistra a destra la sequenza è: Indian Wells Masters, Internazionali d’Italia, Madrid Masters, Finali di stagione, Canada Masters, Masters di Parigi Bercy, Monte Carlo Masters e ATP Cup. ◼︎

Rafa in Retreat

DELLO STESSO AUTORE

Jiri Vesely è molto forte al servizio (o è simile a Gilles Muller)?

Pubblicato il 9 luglio 2018 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Per due volte oggi ho sentito parlare...

La corsa agli ace, parte 1

Pubblicato il 23 luglio 2015 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Quest’anno, Ivo Karlovic ha la possibilità di...

Sull’erba i mancini fanno meglio?

Pubblicato il 2 luglio 2015 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Durante la partita di secondo turno tra...

La corsa agli ace, parte 2

Pubblicato il 23 luglio 2015 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Nella prima parte di questa analisi, ho...

Esiste un calo emotivo dopo una finale ATP?

Pubblicato l’1 gennaio 2019 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Se siete come me, quando vedete due giocatori...

Dominic Thiem può e deve migliorare sul cemento

Pubblicato il 25 aprile 2017 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Sui campi pubblici dove gioco a tennis...

La fortuna del sorteggio: Roland Garros 2019 (uomini)

Pubblicato il 3 giugno 2019 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Come d’abitudine per gli Slam, ho...

Un’interpretazione grafica di Elo

Pubblicato il 5 aprile 2019 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Tra una ricerca di tennis (che non...

I ritiri non significano necessariamente manipolare il sistema

Pubblicato il 5 luglio 2017 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Ci sono stati sette ritiri nelle partite...

L’insolita posizione di Nishikori alla risposta lo rende vulnerabile sul lato sinistro?

Pubblicato il 9 settembre 2018 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Kei Nishikori gode della reputazione di buon...