Il più grande archivio italiano di analisi statistiche sul tennis professionistico. Parte di Tennis Abstract

Il più grande archivio italiano di analisi statistiche sul tennis professionistico. Parte di Tennis Abstract

Punteggi di set più probabili per combinazione di giocatrici al servizio

ULTIMI ARTICOLI

È tornata la discesa a rete?

Pubblicato il 2 ottobre 2020 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Se guardando il Roland Garros 2020...

Venti non vuol dire sempre venti

Pubblicato il 12 ottobre 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // C’è sempre più traffico in cima...

La fortuna del sorteggio: Roland Garros 2020 (donne)

Pubblicato il 25 settembre 2020 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Come per gli uomini, anche per...

La fortuna del sorteggio: Roland Garros 2020 (uomini)

Pubblicato il 25 settembre 2020 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Da diversi anni ormai eseguo simulazioni...

Cosa succede al ritmo di gioco con le nuove regole imposte dalla pandemia

Pubblicato il 31 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // La pandemia COVID-19 ha imposto agli...

Che valore assegnamo ai tornei Masters o Premier vinti nella bolla?

Pubblicato il 30 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Il tennis è ripartito, ma molti...

Mettere un asterisco accanto agli US Open è prematuro, e forse del tutto sbagliato

Pubblicato il 19 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Ci saranno diverse assenze di alto...

Il circuito femminile post COVID-19 sta rientrando alla normalità

Pubblicato il 17 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Negli ultimi due tornei femminili, abbiamo...

Il sospetto che Venus e Serena debbano giocare contro troppo spesso è fondato?

Pubblicato il 12 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Nel torneo di Lexington di questi...

Effetti della pandemia nel torneo di Palermo?

Pubblicato il 10 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // È più difficile fare previsioni sullo...

ULTIMI ARTICOLI

Pubblicato il 22 febbraio 2020 su StatsOnTheT – Traduzione di Edoardo Salvati

// Nel suo rientro al professionismo dopo quasi otto anni, Kim Clijsters ha impressionato per aver costretto Garbine Muguruza al tiebreak del secondo set, nel quale nessuna delle due vinceva più del 60% dei punti al servizio. Mi sono chiesta qual è la probabilità di un tiebreak in questi casi. Nell’analisi che segue, ho utilizzato un semplice modello Monte Carlo per verificare i punteggi di set più probabili per diverse combinazioni di giocatrici al servizio.

Nella prima partita giocata da Clijsters a livello professionistico al Dubai Championships, in molti si sono stupiti del punteggio ottenuto contro una giocatrice che aveva da poco disputato la finale agli Australian Open. Anche se spesso chi è al commento considera il tiebreak un esempio di due giocatrici che hanno avuto un rendimento sostanzialmente identico nel set, ci sono molte situazioni che possono portare a un tiebreak e non tutte soddisfano quella condizione.

Ad esempio, nel secondo set della partita in questione Clijsters e Muguruza sono riuscite in un break per parte, con Clijsters che ha vinto solo il 52% dei punti al servizio rispetto al 59% di Muguruza. Di fronte a quelle statistiche, ho cercato di capire se la fortuna ha in parte aiutato Clijsters a mantenere il set così in equilibrio.

Tutti i possibili punteggi

Mediante la simulazione di un set, ho esaminato la probabilità di tutti i possibili punteggi per diverse combinazioni di giocatrici. Per ciascuna occorrenza, ho ipotizzato una percentuale di punti al servizio costante durante il set. Si tratta di una semplificazione (nel gergo statistico del tennis, l’ipotesi indipendente e identicamente distribuita) che però fornisce una base di partenza utile, oltre a essersi rivelata ragionevolmente rappresentativa della prestazione della maggior parte delle giocatrici in un set qualsiasi.

Il grafico dell’immagine 1 è una mappa di calore dei risultati. Sull’asse dell’ordinate troviamo la bravura al servizio della giocatrice che ha vinto il set, mentre sull’asse delle ascisse il corrispondente livello della giocatrice che ha perso il set. Ciascun pannello corrisponde a un diverso punteggio finale per la giocatrice che perde il set, o alla probabilità di un tiebreak, se lo si raggiunge. La somma di tutte le celle nella stessa posizione della griglia per i sette i pannelli è uguale a 100.

IMMAGINE 1 – Possibile numero di game vinti dalla giocatrice che perde il set per ciascuna combinazione di punti vinti al servizio dalla vincitrice del set (ordinate) e dalla perdente del set (ascisse), in un intervallo dal 55 al 95%

Se incrociamo quindi il 55% sull’asse delle ascisse e il 60% su quello delle ordinate, la probabilità di un tiebreak nel secondo set tra Clijsters e Muguruza a Dubai era solo dell’11%. Con questi numeri era più probabile infatti che Muguruza avrebbe vinto il set per 6-4 6-3.

Come mai?

Spostandosi da sinistra verso destra, la probabilità di un tiebreak aumenta quando le giocatrici hanno un simile rendimento al servizio, quello che nella terminologia di Klaassen e Magnus è un piccolo “malus”. Nella tabella il malus è 0 lungo le diagonali e cresce all’aumentare della distanza dalle diagonali.

L’equilibrio nel rendimento al servizio però non è l’unico aspetto. Il fattore più importante anzi è la bravura complessiva al servizio tra le giocatrici, che può essere sintetizzata con la percentuale combinata di punti vinti al servizio. Sempre per Klaassen e Magnus, si tratta del concetto di “bonus”. Nel secondo set tra Clijsters e Muguruza il bonus era solo di 111, abbastanza basso per giocatrici di quella caratura. Nell’immagine 1, il bonus aumenta spostandosi verso l’alto (per la giocatrice che vince il set) e verso destra (per la giocatrice che lo perde).

A parità di qualsiasi riga del grafico, notiamo che la probabilità di un tiebreak, o in questo caso muoversi verso l’ultimo pannello di destra, aumenta all’aumentare del rendimento al servizio della giocatrice che perde il set. Sarebbe molto sorprendente per una giocatrice con il 95% dei punti vinti al servizio perdere il set ma, dovesse accadere, sarebbe quasi con certezza in un tiebreak.

Dedurre le probabilità dal punteggio

Si può anche procedere per punteggio invece che per prestazione al servizio delle giocatrici. Significa determinare la più probabile combinazione di percentuale di punti vinti al servizio con un punteggio dato del set, ad esempio 6-3. Nel caso di un tiebreak, osserviamo una maggiore concentrazione di probabilità negli alti valori dell’angolo superiore a destra. Le probabilità di quest’intervallo sembrano abbastanza uniformi, a enfasi del fatto che le giocatrici non devono avere un rendimento identico al servizio per arrivare al tiebreak.

IMMAGINE 2 – Possibile percentuale di punti al servizio delle due giocatrici dato un determinato punteggio finale del set. I pannelli da sinistra a destra mostrano i game vinti dalla giocatrice che perde il set

Uno dei motivi per i quali il tennis è uno sport che invita all’analisi statistica è il contenuto informativo che si può apprendere sul possibile risultato di una partita conoscendo solo il rendimento al servizio di una giocatrice contro un’altra. Un solo grafico è in grado di illustrare tutti i possibili esiti di set in una partita di tennis! Ovviamente, si potrebbe anche includere gli effetti generati da ipotesi non indipendenti e identicamente distribuite se sapessimo che alcune giocatrici, ad esempio, sistematicamente cedono alla pressione delle palle break. Spero comunque che sia un riferimento per chi vuole andare oltre il semplice punteggio di una partita. ◼︎

Which Set Scores Are Most Likely for all Combinations of Servers?

DELLO STESSO AUTORE

Chi ha reso di più sotto pressione nel mese di febbraio

Pubblicato l’1 marzo 2019 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Con i tornei di febbraio da poco conclusi,...

Djokovic e Bertens tra i giocatori che più si sono migliorati nel 2018

Pubblicato il 14 ottobre 2018 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Anche prima della finale contro Borna Coric...

Le palle break sono più decisive nel tennis femminile

Pubblicato il 24 ottobre 2015 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // In un precedente articolo ho...

Chi può spezzare il monopolio dei Grandi Tre sul tennis mondiale?

Pubblicato il 19 gennaio 2020 su TheConversation - Traduzione di Edoardo Salvati // Una delle questioni più pungenti per...

I migliori alla risposta tra i probabili contendenti per il Roland Garros

Pubblicato il 22 maggio 2017 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // In un precedente articolo ho analizzato la...

Tempo di reazione – Australian Open Series

Pubblicato il 19 novembre 2016 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Il quarto articolo dell’Australian Open Series.

I 22 miti del tennis di Klaassen & Magnus – Mito 1 (sull’indipendenza dei punti)

Pubblicato il 14 febbraio 2016 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // I libri di statistiche sul...

Previsioni per il singolare maschile degli Australian Open 2018

Pubblicato il 12 gennaio 2018 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Pur avendo ricevuto dal sorteggio il quarto...

A Djokovic servono solo più partite?

Pubblicato il 25 aprile 2018 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Di fronte alla sconfitta di Novak Djokovic...

Previsioni per il Miami Masters 2018

Pubblicato il 21 marzo 2018 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Dopo un avvio di stagione praticamente perfetto,...