Il più grande archivio italiano di analisi statistiche sul tennis professionistico. Parte di Tennis Abstract

Il più grande archivio italiano di analisi statistiche sul tennis professionistico. Parte di Tennis Abstract

Le ripercussioni degli scontri diretti in campo femminile

ULTIMI ARTICOLI

Prevedere l’esito dei prossimi cinque anni di Slam con la sfera di cristallo

Pubblicato il 16 ottobre 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // L’anno scorso, ho creato un modello...

È tornata la discesa a rete?

Pubblicato il 2 ottobre 2020 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Se guardando il Roland Garros 2020...

Venti non vuol dire sempre venti

Pubblicato il 12 ottobre 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // C’è sempre più traffico in cima...

La fortuna del sorteggio: Roland Garros 2020 (donne)

Pubblicato il 25 settembre 2020 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Come per gli uomini, anche per...

La fortuna del sorteggio: Roland Garros 2020 (uomini)

Pubblicato il 25 settembre 2020 su HiddenGameOfTennis - Traduzione di Edoardo Salvati // Da diversi anni ormai eseguo simulazioni...

Cosa succede al ritmo di gioco con le nuove regole imposte dalla pandemia

Pubblicato il 31 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // La pandemia COVID-19 ha imposto agli...

Che valore assegnamo ai tornei Masters o Premier vinti nella bolla?

Pubblicato il 30 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Il tennis è ripartito, ma molti...

Mettere un asterisco accanto agli US Open è prematuro, e forse del tutto sbagliato

Pubblicato il 19 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Ci saranno diverse assenze di alto...

Il circuito femminile post COVID-19 sta rientrando alla normalità

Pubblicato il 17 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Negli ultimi due tornei femminili, abbiamo...

Il sospetto che Venus e Serena debbano giocare contro troppo spesso è fondato?

Pubblicato il 12 agosto 2020 su TennisAbstract - Traduzione di Edoardo Salvati // Nel torneo di Lexington di questi...

ULTIMI ARTICOLI

Pubblicato il 22 marzo 2019 su StatsOnTheT – Traduzione di Edoardo Salvati

// Se avete sempre pensato che la rivalità a senso unico tra Serena Williams e Maria Sharapova non ha eguali, beh..è così! Nella storia recente del tennis femminile però, non è quella dalle ripercussioni maggiori.

In un precedente articolo, ho analizzato una metodologia basata su un modello combinato per stimare risultati a sorpresa degli scontri diretti. L’obiettivo era individuare quali tra questi specifici accoppiamenti di giocatori aveva prodotto l’esito più contrario alle attese sulla base della bravura complessiva dei giocatori, su ciascuna superficie e alla data della partita.

Voglio ora applicare lo stesso procedimento per le giocatrici, concentrandomi sulle partite giocate dal 2010 a oggi in tornei almeno di categoria $125K. L’immagine 1 mostra le cento maggiori ripercussioni degli scontri diretti nel periodo considerato del campione di partite femminili. La giocatrice a beneficiare dell’effetto generato dagli scontri diretti è il primo dei due nomi che compaiono nell’asse delle ordinate. Bolle più grandi riflettono l’accuratezza della stima (maggiore la grandezza, maggiore la certezza che l’effetto sia concreto).

Emerge immediatamente l’accoppiamento al secondo posto, quello appunto del dominio di Williams contro Sharapova, una rivalità ormai notoriamente così a senso unico da richiedere una squalifica per doping e una sensazionalistica autobiografia per ravvivarla. Williams ha vinto 19 delle 21 partite che hanno giocato. Tra il 2010 e l’ultima partita completa nel 2016, sono state 14 le vittorie consecutive di Williams.

Come mai questa rivalità non occupa la prima posizione, visti i numeri?

La ragione è da cercare negli elementi che determinano sorpresa nel risultato di uno scontro diretto. È semplicemente il record di vittorie e sconfitte? No, perché se questo parametro fosse sufficiente, potremmo essere fuorviati dal concludere che nessuno si aspettava di vedere un record di 13-1 tra Roger Federer e Ivo Karlovic. La sorpresa quindi deve tenere conto delle attese di risultato che precedono la partita e, per rientrare nell’elenco degli scontri diretti più straordinari, dobbiamo essere in presenza di risultati che vanno ripetutamente contro le attese.

Questo rende la rivalità tra Williams e Sharapova interessante perché, almeno in termini di valutazione Elo specifica per superficie, ci si attendeva da Williams che vincesse tutte le ultime 14 partite (dal 2010 in avanti), per la maggior parte delle quali la probabilità di vittoria oscillava tra il 55 e il 75%. L’ultima sorprendente vittoria di Williams è stata la semifinale a Wimbledon 2015, mentre le due più sorprendenti sono state sulla terra battuta di Madrid consecutivamente nel 2012 e 2013.

Se interamente considerate, le probabilità di vittoria di Williams in queste 14 partite avrebbero dovuto dirci che 9 vittorie sarebbero state perfettamente in linea con le attese. Ma, vincendole tutte e quattordici, l’assoluto domino di Williams ha fatto sembrare le già rosee previsioni di allora eccessivamente pessimistiche.

IMMAGINE 1 – Cento maggiori ripercussioni degli scontri diretti almeno livello $125K

Cibulkova, Kuznetsova e il caso di Radwanska

Il primo posto è occupato da due giocatrici a cui nemmeno i più patiti di tennis avrebbero pensato. Si tratta dello scontro diretto tra Dominika Cibulkova e Svetlana Kuznetsova. Nelle sei volte in cui hanno giocato tra il 2010 e il 2016, Kuznetsova era sempre la favorita, e negli anni 2010 e 2011 anche con ampio margine. Nonostante questo, Cibulkova è riuscita a essere vittoriosa ogni volta. Visto che le valutazioni standard hanno sempre sbagliato, sembra essere questa una prova schiacciante dell’esistenza di un contrasto di stili di qualche tipo.

Si fa notare la ricorrente presenza di diverse giocatrici tra le prime 10 più importanti ripercussioni degli scontri diretti. Kuznetsova è anche al terzo posto, nell’accoppiamento con Agnieszka Radwanska, in questo caso però i risultati sono in suo favore. Sam Stosur, Julia Georges, Ana Ivanovic e Caroline Wozniacki compaiono due volte, ed è solo Goerges a essere stata considerata favorita in entrambe le occasioni.

Nell’elenco delle prime 100 ripercussioni, ci sono molte giocatrici il cui stile di gioco sembra prestarsi a entrare in conflitto con quello delle colleghe, Radwanska fra tutte, apparendo in ben 14 diversi scontri diretti. Ora non più in attività, Radwanska era nota per un possedere una grande varietà di colpi, una versatilità che sembra abbia reso molto più complicato pronosticare i suoi risultati attraverso valutazioni standard.

Seppur nessuna delle altre si avvicina alla frequenza di Radwanska negli scontri diretti, ci sono alcuni nomi che ricorrono con continuità. Stosur ed Ekaterina Makarova compaiono otto volte, Anastasia Pavlyuchenkova sette e Petra Kvitova sei. Come riscontrato per gli uomini, la correzione per le ripercussioni degli scontri diretti non incide sul rendimento predittivo all’interno di una stagione completa.

Due ragioni di non incidenza sul rendimento predittivo

La ragione è duplice. Da un lato, la rarità di accoppiamenti con uno storico composto da molti scontri diretti. Nel 2018, solo una partita su sei a livello di tornei International o superiore ha coinvolto giocatrici che avevano già giocato almeno altre due volte dal 2010.

Dall’altro lato, la maggior parte dei risultati degli scontri diretti ha una buona concordanza con la bravura complessiva di entrambe le giocatrici. Delle più di 4000 ripercussioni degli scontri diretti stimate nel campione di partite femminili, solo il 30% ha avuto un effetto che indicherebbe di uno spostamento della previsione standard superiore al 10%.

Per quanto l’impatto totale della correzione degli scontri diretti non è così rimarchevole, è comunque interessante vedere come l’accostamento di specifiche giocatrici e di loro avversarie potrebbe avere incidenza sulle attese in merito al risultato finale. Prendendo a riferimento il 2018, verifichiamo il miglioramento predittivo con la correzione degli scontri diretti per le partite giocate durante la stagione.

I risultati più precisi si sarebbero ottenuti con Elina Svitolina, considerando quanto ha giocato nel 2018 e le ripercussioni degli scontri diretti cui si è trovata di fronte. Alcuni dei miglioramenti predittivi di maggiore entità sarebbero arrivati dalle partite contro Wozniaki, Angelique Kerber e Darya Kasatkina. La tabella mostra che, in totale, quelle correzioni avrebbero restituito circa sette previsioni più corrette rispetto al modello transitivo standard.

Anche per Simona Halep le previsioni avrebbero ricevuto un simile incremento di precisione, che sarebbe arrivato nel suo caso contro avversarie come Naomi Osaka, Angelique Kerber e Caroline Garcia. Ma ci sarebbero state anche correzioni in negativo contro Wozniacki e Svitolina, contro le quali Halep storicamente non ha scontri diretti favorevoli (2 vittorie e 5 sconfitte contro la prima e 3 vittorie e 4 sconfitte contro la seconda, n.d.t.).

Conclusioni

Miglioramenti predittivi nel corso di una stagione diminuiscono sensibilmente dopo queste giocatrici. E questo rinforza la conclusione che dovremmo essere scettici di fronte a interpretazioni assolute degli scontri diretti come forma più rappresentativa del tipo di rendimento che una giocatrice avrà nei confronti di una determinata avversaria.

La realtà è che la sequenza di scontri diretti tra giocatrici di bravura analoga è un indicatore molto più affidabile. A parte qualche scontro diretto, tutti gli altri sono costituiti da un numero di partite eccessivamente ridotto e sparso nel tempo da fornire sostanziale assistenza nello sviscerare le peculiarità di uno specifico accoppiamento giocatrice-avversaria. ◼︎

WTA Head-to-Head Effects

DELLO STESSO AUTORE

Colpire le linee – Australian Open Series

Pubblicato il 29 ottobre 2016 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Il primo articolo delle Australian Open Series.

Scambi vincenti – Australian Open Series

Pubblicato il 10 dicembre 2016  su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Il settimo articolo delle Australian Open...

Una valutazione degli effetti generati dalle situazioni di punteggio

Pubblicato il 6 ottobre 2017 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Una particolare situazione di punteggio che appare...

I 22 miti del tennis di Klaassen & Magnus – Mito 6 (sulla validità del servizio)

Pubblicato il 9 aprile 2016 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Un’analisi del Mito 5.

Previsioni per il Miami Masters 2018

Pubblicato il 21 marzo 2018 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Dopo un avvio di stagione praticamente perfetto,...

Una misura del predomino in situazione di partita

Pubblicato il 16 luglio 2017 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Da poche ore, Roger Federer ha battuto...

Chi ha reso di più sotto pressione nel mese di marzo

Pubblicato il 29 marzo 2019 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Alla vigilia delle finali a Miami (vinte...

Il deludente rendimento di Zverev negli Slam

Pubblicato il 4 settembre 2018 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Uno degli argomenti più dibattuti agli US...

L’evoluzione di Zverev sulla terra battuta

Pubblicato il 18 maggio 2018 su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Alexander Zverev non è riuscito a difendere...

Un nuovo livello di efficienza per Nadal

Pubblicato il 25 aprile 2018  su StatsOnTheT - Traduzione di Edoardo Salvati // Nel suo primo torneo sulla terra battuta...